Because I’m a Doll, i quadri manga di Kazuki Takamatsu

Tazuki Takamatsu quadri manga 3d

I sensuali quadri manga di Kazuki Takamatsu sembrano realizzati in computer grafica ma in realtà sono interamente dipinti a mano con una particolare tecnica chiamata Distanfeerism

Le opere surreali di Kazuki Takamatsu, hanno il carattere “squisitamente orientale, legato alla potenza della natura, alla cultura manga, allo sviluppo ipertecnologico” e a un erotismo sottile fatto di giovanissime eteree adolescenti dalla pelle trasparente, come porcellana illuminata ai Raggi X, quasi sempre armate e inserite in contesti astratti o violenti.

Le opere, tutte in bianco e nero esprimono l’ambiguità di positivo e negativo, del bene e del male, dell’innocenza e della violenza e questo contrasto si rileva anche nella realizzazione tecnica.

Le immagini infatti sembrano realizzate in computer grafica, con qualche software di Grafica 3D ma in realtà sono interamente dipinte a mano, con una particolarissima tecnica chiamata “Distanfeerism” che si ispira alla “gouache” dell’arte classica, utilizzando un particolare tipo di colore a tempera a cui vengono aggiunti pigmenti bianchi (bianco di zinco, china, gesso…) in modo da renderla più opaca e coprente. Con questa tecnica, Kazuki Takamatsu ottiene un effetto più o meno coprente a seconda del numero di strati di pittura riproducendo diverse tonalità di grigio che simulano le diverse profondità dello spazio.

kazuki takamatsu dipinti 3d

kazuki takamatsu dipinti manga 3d

kazuki takamatsu dipinti manga tridimensionali