Design in cucina: forme, materiali e tecnologia

design in cucina

Design in cucina, perchè una cucina moderna e minimal è il cuore della casa e si ottiene solo con il perfetto equilibrio tra forme, materiali e tecnologia

Quando si parla di cucina si parla di uno dei luoghi più usati e conviviali della casa, soprattutto quando si tratta di cucine abitabili, che davvero rappresentano il punto d’incontro tra gli abitanti di una casa, o il luogo dove si accolgono gli ospiti. È quindi importante arredare la cucina nella maniera più giusta, facendo combaciare il proprio gusto con quelle che sono le scelte più funzionali e adatte ad un ambiente dove il danneggiamento di un oggetto o di una superficie è dietro l’angolo, dato l’utilizzo di fuoco, calore, ghiaccio, lame e oggetti pericolosi in generale.

design in cucina moderna con legno laccato

In questo caso, l’arredamento è dato da un buon equilibrio tra forme, materiali, tecnologia e personale gusto, cercando di trovare la giusta via di mezzo tra ciò che ci piace e ciò che ci serve. L’affidabilità dei propri materiali e dei propri strumenti viene ovviamente prima di ogni altra cosa. Bisogna potersi affidare a piani che non si danneggino troppo facilmente e che non corrono il rischio di andare a fuoco, ma anche da elettrodomestici funzionali, che soddisfino i nostri bisogni senza succhiare dosi massicce di acqua, elettricità e gas.

Elettrodomestici ecologici, dunque, è la risposta, che siano a basso consumo energetico e realizzati con materiali riciclabili che ne facilitino lo smaltimento. Perfette, dunque, lavastoviglie con modalità di lavaggio ecologico o ciclo breve, che si possano caricare e settare anche per lavaggi a mezzo carico.

design in cucina contemporanea

Per quanto riguarda il forno, è preferibile un forno Classe A che mantenga la temperatura interna costante, come ad esempio i forni green spirit Electrolux, da posizionare, inoltre, lontano dai frigoriferi, il cui consumo aumenterebbe a causa del calore emanato dal forno. A proposito di frigoriferi, quelli combinati risultano essere la soluzione migliore per conservare sempre al meglio tutti i cibi e limitare al massimo gli sprechi, come nel caso dei frigoriferi combinati Ariston, il noto marchio del mondo degli elettrodomestici di ultima generazione.

A livello di materiali, il più adatto è il laminato, materiale dalle raffinate caratteristiche estetiche che però richiede una facile manutenzione, grazie alla sua forte resistenza sia ai graffi, che alle erosioni e alle scottature. È inoltre un materiale facile da trattare che, in caso di danneggiamento, può essere facilmente riportato a nuova forma.

I rivestimenti in laminato, infatti, sono costituiti da fogli sovrapposti impregnati con resine fenoliche e melaminiche e incollati tra loro a una forte pressione combinata ad alte temperature. Questi fogli vengono poi fissati a dei supporti di legno compensato, truciolato o mdf che li rende più stabili. Il laminato è un materiale, inoltre, impermeabile e igienico, che basta lavare con della semplice acqua calda e un goccio di sapone, senza dover effettuare trattamenti particolari.

Per chi invece è un amante della luce e delle stanze spaziose, allora una cucina in vetro, con superfici a specchio può essere una scelta d’arredo vincente, che illuminerà e alleggerirà lo spazio proprio come voi desiderate. Il vetro è un materiale davvero attuale per arredare una stanza, specialmente quando si parla di cucina, conferendo uno stile moderno e minimal, ma senza risultare freddo, grazie alla moltissima luminosità che esso riesce a conferire all’ambiente. Generalmente, parliamo di vetro temperato, particolarmente resistente a urti e scalfiture (perfetto per una cucina, quindi) e che, in caso di rottura accidentale, si frantuma in piccolissimi pezzi. È un materiale ecosostenibile e molto semplice da pulire, oltre che antimacchia. È ovviamente disponibile in vari colori, così da soddisfare qualsiasi gusto e necessità d’arredamento.