Le illustrazioni distopiche di Marcin Wolski


Paesaggi spettrali e architetture immaginarie e alienanti, sono i protagonisti delle illustrazioni distopiche di Marcin Wolski

Marcin Wolski è un graphic designer e illustratore polacco specializzato in illustrazioni editoriali per numerosi clienti internazionali. Ha iniziato a disegnare e dipingere quando ancora andava a scuola, dedicandosi soprattutto agli acquerelli ma, appena scoperte le potenzialità di Photoshop, ha iniziato a cimentarsi con la digital painting.
Quando crea un nuovo soggetto, disegna sempre alcuni schizzi a matita e fa un paio di prove colore in Photoshop prima di realizzare l’illustrazione finale utilizzando una tavoletta Wacom.

Le illustrazioni distopiche di Marcin Wolski rappresentano scene immaginarie ispirate all’epoca comunista nell’Europa dell’est. Il suo stile rigido e uniforme si ispira a quello della propaganda in voga a quel tempo e i soggetti si concentrano su monotoni paesaggi urbani, enormi strutture industriali, gru e ciminiere. Le atmosfere rarefatte e sospese sono rese così suggestive grazie a un’uso dei colori molto particolare con sfumature soffuse e transizioni tonali.

Illustrazioni distopiche: Moonrise - dalla serie "Habitat 316/D, A Socialist Dystopia"

Moonrise – dalla serie “Habitat 316/D, A Socialist Dystopia”

Come racconta lui stesso in un’intervista, molte delle sue illustrazioni sono ispirate ai profondi cambiamenti politici e sociali che hanno attraversato la Polonia negli ultimi 30 anni, cambiamenti di cui Marcin, crescendo, è stato testimone. Habitat 316/D per esempio è un progetto personale in cui immagina una società distopica ispirata al periodo della Polonia comunista. Immagini caratterizzate da palette quasi monocromatiche, che trasmettono tutta la tristezza, l’assenza di vitalità e l’alienazione di una società senza libertà, che non lascia spazio all’individuo e ai suoi sogni.

Eastern Bloc - Tram (Illustrazioni distopiche)

Eastern Bloc, Tram

“In Tram volevo mostrare un lavoratore che sta per iniziare il suo turno in una specie di imponente struttura e provare ad evocare una sensazione di solitudine e di essere solo una piccola parte di quelle enormi strutture industriali. I tempi sovietici erano pieni di manifesti colorati di propaganda, quindi ho pensato di provare a contrastare i colori e la luce con una narrazione un po’ più cupa.”

Illustrazioni distopiche di Marcin Wolski - Eastern Block, Tower Crane

Marcin Wolski – Eastern Block, Tower Crane

Altre immagini di Marcin Wolski sono ispirate al disastro di Chernobil del 1986, illustrazioni che rappresentano paesaggi spettrali popolati da strane creature. Un day after in cui la presenza umana è quasi un’utopia e le atmosfere ricordano tanto quelle del film Stalker di Andrej Tarkovskij (1979) ambientato in un mondo post-apocalittico cupo e misterioso. Le illustrazioni editoriali realizzate su commissione accompagnano invece articoli sulla distruzione degli ecosistemi naturali, cospirazioni internazionali, o sono concepite per un’antologia di fantascienza ispirata ai romanzo 1984 di George Orwell.

• LEGGI ANCHE: Il paesaggio giapponese nelle illustrazioni di Ryo Takemasa

Night Train, 2014 - Arte digitale, Illustrazione, Pittura

Night Train, 2014 – Arte digitale, Illustrazione, Pittura

“Ci chiamiamo Eremiti. Dopo la guerra abbiamo scelto di vivere una vita solitaria in tutto ciò che è abitabile.  Nessuno ricorda davvero i dettagli del conflitto dal momento che fu sostanzialmente una guerra biologica che ha spazzato via la maggior parte della popolazione inclusi politici, soldati e civili. Questa strana arma tuttavia ha fatto più bene all’ecositema di secoli della nostra vecchia civilizzazione. La natura si è risvegliata e ogni sopravvissuto lo può sentire!”

Kombinat - Illustrazioni distopiche di Marcin Wolski

Illustrazioni distopiche di Marcin Wolski – Kombinat

New Day - Illustrazioni distopiche di Marcin Wolski

New Day

Illustrazioni distopiche di Marcin Wolski

Illustrazioni distopiche di Marcin Wolski

Lascia il tuo commento