Miho Hirano la delicata bellezza della primavera giapponese

miho hirano artista

L’artista giapponese Miho Hirano rappresenta un mondo delicato e sognante dove la bellezza femminile e la natura coesistono e si fondono insieme

Non sappiamo se l’artista giapponese Miho Hirano si sia ispirata alla Primavera del Botticelli ma di sicuro i suoi dipinti esprimono con la stessa freschezza lo sbocciare di una nuova stagione e della giovinezza. Allo stesso tempo le sue delicate immagini possiedono anche lo spirito etereo ed evanescente dei dipinti preraffaelliti. Il tutto rivisitato in chiave contemporanea e con una buona dose di surrealismo.

Le protagoniste di questi incantevoli quadri sono giovani figure femminili ma la stessa grande attenzione è rivolta anche agli elementi naturalistici fiori, farfalle, uccellini e pesci rossi che si intrecciano ai loro lunghi capelli mossi dal vento. Come la ninfa Dafne che si trasformò in albero di alloro, così le fanciulle di Miho Hirano si trasformano diventando tutt’uno con i ramoscelli, le alghe o gli arbusti fioriti che le adornano. Nella visione dell’artista, i capelli sono infatti il simbolo della femminilità mentre i fiori, le farfalle, le api o i colibrì rappresentano la capacità di seduzione. La natura è quindi una parte integrante di queste giovani donne e ne esalta la bellezza e la sensualità.

miho hirano pittura

“Di solito dipingo le donne perché io sono una donna. Ognuno dei miei personaggi femminili può essere visto in qualche modo come un mio autoritratto e allo stesso tempo rappresenta il mio desiderio di indossare una maschera. Tuttavia loro non sono il mio riflesso ma sono qualcun altro che prende il sopravvento sulla mia coscienza.
Uno dei miei obiettivi come artista è quello di esplorare il modo in cui noi stessi ci adorniamo con gli accessori e come questo gioca un ruolo nella nostra identità.”

In Giappone è molto sentita la tradizione dell’Hanami che consiste nell’ammirare e godere della fioritura dei ciliegi che per la loro delicatezza effimera sono il simbolo della fragilità, della rinascita e della bellezza dell’esistenza. E’ a questa tradizione che si ispira l’artista, dipingendo fanciulle dolci e schive, malinconiche e sensuali che sembrano sbocciare in una languida primavera. I dipinti ad olio di Miho Hirano si esprimono attraverso una palette cromatica fatta di colori desaturati e tenui toni pastello che contribuiscono a creare un’atmosfera surrealista e a trasmettere uno stato mentale offuscato e sognante.

Laureatasi alla Musashino Art University di Tokyo, Miho Hirano ha girato le gallerie d’arte di tutto il Giappone con i suoi ipnotici quadri e si è appena conclusa a Los Angeles “Beauties of Nature” la sua prima mostra personale alla Corey Helford Gallery.

miho hirano dipinti surrealisti

miho hirano pittura surrealista

miho hirano artista giapponese

miho hirano artista surrealista

miho hirano pittrice surrealista