Museo di Scienze Naturali di Shanghai

museo di storia naturale shanghai

Un edificio a spirale a forma conchiglia ospita il nuovo spettacolare Museo di Scienze Naturali di Shanghai dello studio di Architettura  Perkins + Will

E’ stato inaugurato proprio nel 2015 il nuovissimo e splendido Museo di Scienze Naturali di Shanghai, uno dei più grandi di tutta la Cina. Il Museo possiede una collezione di oltre 240.000 oggetti, dai dinosauri alle mummie della dinastia Ming e aveva bisogno di una nuova sede espositiva, più capiente della precedente. A seguito di un concorso internazionale, è stato realizzato il progetto dello Studio di Architettura Perkins + Will con la nuova sede che si estende per un’area complessiva di 45.000 mq e si compone di 6 piani espositivi, uffici, un atrio di ben 30 metri di altezza e un cinema IMAX.

dinosauro-museo-di-storia-naturale

Il pezzo forte del Museo di Scienze Naturali di Shanghai è lo scheletro di un dinosauro di 140 milioni di anni fa ritrovato nella provincia di Sichuan alto 13 metri e lungo 15, ospitato nell’atrio!

La forma e l’organizzazione interna degli spazi sono ispirati alla forma della conchiglia nautilus, una delle forme geometriche più belle e complesse in natura, una spirale lungo la quale l’edificio si curva su se stesso allo stesso tempo digradando e chiudendosi attorno al laghetto centrale circondato da una serie di terrazze rocciose nello stile dei giardini tradizionali cinesi. La “foresta primordiale” formata da elementi a imitazione della natura scolpiti nel granito, è uno spazio di incontro sociale nell’ottica di un progetto che mira a fondere in connessione armoniosa, l’uomo e la natura, il museo e lo spazio che lo ospita, un concetto essenziale nella cultura cinese.
Il giardino pensile che si trova sulla copertura digrada dalla sommità dell’edificio fino al laghetto che è il centro e il riferimento visivo della struttura e collega il museo all’adiacente Jing’an Sculpture Park, uno spazio espositivo pubblico di sculture all’aperto.
Il paesaggio e gli spazi esterni sono stati curati dai paesaggisti di Hoerr Schaudt.

museo-scienze-naturali-shanghai-12

Sempre nell’ottica di un costante riferimento alla natura, ciascuna delle facciate esterne dell’edificio simboleggia altrettanti elementi del mondo naturale: la facciata verde rappresenta la foresta, quella rocciosa rappresenta la terra, la facciata vetrata rappresenta la potenza del sole mentre il rivestimento reticolare bianco che ricorda un pattern cellulare (realizzato in vetro multistrato, cemento e acciaio) ricorda un organismo vivente.
Il Museo di Scienze Naturali di Perkins + Will è uno dei finalisti in concorso al World Architecture Festival 2015 nella categoria “Culture – Completed Buildings” e facciamo il tifo perchè vinca, dal momento che è davvero un progetto fantastico!

Virtual tour del Museo di Scienze Naturali di Perkins + Will

museo-scienze-naturali-spirale

museo-storia-naturale-shanghai-9

perkins-will-museo-scienze-naturali-shanghai

museo-di-scienze-naturali-shanghai-rivestimento-cellulare