Sebastian Errazuriz: sculture funzionali fra arte e design


Le creazioni di Sebastian Errazuriz, originali e provocatorie, cancellano il confine fra arte e design con l’obiettivo di solleticare la curiosità delle persone

Architetto, designer e artista, nato in Cile, cresciuto a Londra e residente a New York, Sebastian Errazuriz è abituato a stupire e lo fa sempre con grande scioltezza. Cancellando i confini fra arte e design progetta oggetti-sculture che la maggior parte delle persone giudicherebbe folli ma che una volta realizzati si dimostrano geniali!

Lui stesso chiama alcune delle sue opere “sculture funzionali” a sottolineare il labile confine fra arte e design. Ma anche nei suoi progetti di design come la sua serie Cabinets c’è una continua ricerca sperimentale, sopratutto nel concetto di custodia/protezione e nei sistemi di apertura di questi mobili, tutti realizzati a mano con una grande capacità artigianale.

“Invito le persone a guardare una delle forme più semplici del design e a dimenticare che stiamo parlando di un mobile, ma piuttosto a vederlo come un modo per rompere una scatola. Mi piace l’idea di creare bei mobili; tuttavia, sono molto più interessato a utilizzare il mezzo come una scusa per far scattare la curiosità della gente e creare una connessione con loro.”

The Wave Cabinet, il mobile che si apre come un ventaglio

The Wave Cabinet è forse il progetto più famoso di Sebastian Errazuriz. Costituito da un gran numero di piccole lamelle di legno fissate a cerniere, il Wave Cabinet stravolge la maniera ordinaria di aprire e chiudere. All’apparenza è solido come un blocco di legno inaccessibile e non regala nessun indizio sul modo di aprirlo: non ci sono ante, nè sportelli, nè cassetti… ma in realtà nasconde infinite possibilità. Questo mobile  è costituito da tante lamelle di legno affiancate. Ogni elemento si muove portandosi appresso quelle che gli stanno affianco, come in un effetto domino, e aprendosi come un ventaglio. Questo consente innumerevoli possibilità e bellissime configurazioni ruotate e ondulate trasformando una semplice credenza in una scultura dinamica. Un semplice oggetto quotidiano viene così totalmente reinventato e diventa un invito, per chi lo usa, a non fermarsi all’apparenza delle cose, in un gioco stupefacente che lascia sbalorditi.

Sebastian Errazuriz - The Wave Cabinet

Sebastian Errazuriz – The Wave Cabinet

LEGGI ANCHE: 12 Shoes for 12 Lovers

Samurai Cabinet protegge i nostri beni

E altrettanto sbalorditivo è The Samurai Cabinet di Sebastian Errazuriz, un mobile formato da quasi 400 lamelle che possono muoversi in modo indipendente per creare una forma flessibile, una forma scultorea che ricorda fortemente le armature dei guerrieri samurai giapponesi. Un mobile pronto a custodire e proteggere simbolicamente i nostri beni più preziosi.

Sebastian Errazuriz - Samurai Cabinet

Sebastian Errazuriz – Samurai Cabinet

Explosion, il mobile espandibile che diventa scultura

Explosion, nella sua forma iniziale è molto simile a The Wave Cabinet, un semplice parallelepipedo di legno apparentemente compatto e inaccessibile. In questo caso però grazie a un complesso sistema di slitte (c’è voluto più di un anno per perfezionare il meccanismo) i suoi elementi scorrono verso l’esterno allungandosi a dismisura fino a farci perdere completamente la percezione di un corpo unico e dando davvero l’idea di un’esplosione!

Sebastian Errazuriz - Explosion

Sebastian Errazuriz – Explosion

Magistral Cabin e Magistral Chest… una pelle di aculei per tenere lontani gli intrusi

Infine i mobili Magistral Cabinet e Magistral Chest, che ricordano una castagna o un porcospino grazie a un folle rivestimento di oltre 10.000 aculei di legno appuntiti che ricoprono completamente la superficie esterna. Anche stavolta è difficile indovinare il modo di aprire questo mobili. L’inaccessibilità di questi mobili-scultura garantisce simbolicamente la protezione dei nostri oggetti più cari che possiamo custodire al loro interno al riparo da occhi indiscreti. Questi oggetti rappresentano alla perfezione la ricerca formale dell’artista fra funzionalità e simbolismo. La realizzazione di questi mobili ha richiesto oltre otto mesi di lavoro e una squadra di 12 ebanisti che hanno realizzato a mano ogni singolo pezzo.

Sebastian Errazuriz - Magistral Chest

Sebastian Errazuriz – Magistral Chest

Sebastian Errazuriz - Magistral Cabinet

Sebastian Errazuriz – Magistral Cabinet

 

Lascia il tuo commento