Soey Milk pittura sensuale fra realismo e astrazione

Soey Milk quadri ad olio fra realismo e astrazione

Soey Milk è una giovanissima pittrice capace di creare opere allo stesso tempo raffinate e sensuali, misteriose e vivaci, sempre in bilico fra realismo e astrazione

Nata nel 1989, Soey Milk è una giovane artista di origini sud coreane. A soli 11 anni si è trasferita dal suo paese di origine in California dove ha proseguito i suoi studi e si è laureata all’Art Center di Pasadena.

Soey Milk dipinge principalmente con colori ad olio e acquerelli creando un fantastico universo narrativo a tratti surreale, che si muove fra realismo e astrazione. Questa giovane pittrice pone una grande attenzione allo studio dell’anatomia, fondamentale per sviluppare lo stile di pittura figurativa verso cui è naturalmente portata.
I suoi soggetti preferiti sono bellissime donne avvolte in morbidi tessuti e forme organiche dai colori vivaci, rappresentate con grande realismo attraverso una meticolosa attenzione ai dettagli.

Soey Milk pittura figurativa

Sebbene sia naturalmente portata verso una pittura figurativa fotorealistica, l’artista si è presto scontrata con la realtà quando un suo quadro, che aveva dipinto con tanta precisione, è arrivato dopo una spedizione completamente danneggiato e sporco. In quel momento ha capito che doveva lasciarsi andare e liberare la sua vena espressiva abbandonando il perfezionismo e introducendo il caos creativo nelle sue opere.

Ecco quindi che i suoi ultimi quadri continuano a mantenere un elegante realismo figurativo ma allo stesso tempo gli sfondi in cui sono immerse le sue protagoniste sono più astratti e immaginari. Questi ritratti presentano una grande precisione e nitidezza nei dettagli delle figure umane contrapposte al caos degli sfondi, affollati di macchie di colore, elementi naturalistici, inquietanti figure e simboli della tradizione coreana.

LEGGI ANCHE: La pittura figurativa di Costa Dvorezky fra barocco e impressionismo

Soey Milk in equilibrio fra tradizione e sperimentazione

In un mondo lussurioso fatto figure femminili, i visi di porcellana delle sue protagoniste, rivelano un’innocenza seducente, un erotismo inaspettato e i suoi quadri sono misteriosi e sensuali sebbene sempre raffinati.
Traspare uno sguardo intimo, una ricerca introspettiva che apre squarci di un mondo interiore tutto da scoprire.

Soey Milk non si stanca mai di sperimentare. Attualmente è interessata ai tessuti, un  mondo di colori e pattern dalle infinite combinazioni. Negli ultimi dipinti l’artista inserisce strati e strati di stoffe, drappeggi colorati e astratti, nastri e corde che avvolgono le sue ragazze creando ambientazioni diverse in ogni quadro. Soey Milk ama introdurre nelle sue opere anche oggetti estranei alla pittura, come terra, petali di fiori essiccati o glitter, elementi inaspettati che sorprendono e donano alle sue opere un’ulteriore profondità.

Soey Milk pittura figurativa fra realismo e astrazione

Soey Milk ha vissuto in Corea fino a 11 anni e la cultura sud coreana è sempre presente nelle sue opere, così come i suoi ricordi di bambina legati alla natura, alla pioggia, ai boschi. Il suo stile è sempre in bilico fra la tradizione della sua terra e la cultura americana e si riflette in questi quadri dalla delicata bellezza, che alternano atmosfere romantiche e dark, candide ed erotiche, senza mai rinunciare a una personale eleganza.

Pur giovanissima quest’artista ha già acquisito una certa fama sia negli Stati Uniti sia a livello internazionale. Ha all’attivo una personale alla Corey Helford Gallery nel 2014 e una alla  Hashimoto Contemporary a San Francisco nel 2015 dal titolo “Pida” che in coreano significa sbocciare o anche trasformarsi lentamente in qualcos’altro, proprio come i suoi quadri che trovano la loro forma dopo un laborioso processo di perfezionamento.

Soey Milk artista pittura figurativa erotica

Soey Milk artista pittura figurativa sensuale

Soey Milk artista sud coreana

Soey Milk artista pittura figurativa contemporanea

Soey Milk artista pittura figurativa sud coreana