Stampa sublimatica, l’arte grafica sugli oggetti solidi


La stampa sublimatica è l’arte grafica che consente di personalizzare al meglio gli oggetti solidi, infatti è attraverso questa tecnica serigrafica che molti oggetti vengono colorati e persino resi più belli

La stampa sublimatica è una tecnica di stampa particolare che andiamo a descrivere grazie alla collaborazione di CPLFabbrika, il sito specializzato nella vendita di accessori ed attrezzature per le tecniche di stampa serigrafica.

Il procedimento chiamato sublimazione, oltre che essere una tecnica grafica moderna è di per sé un fenomeno chimico e fisico, che prevede una certa maestria nell’eseguirlo e se un tempo veniva fatto in modo molto tradizionale oggi è totalmente tecnologico. Si tratta di una vera e propria arte di origine antica che grazie alla tecnica ed alla ricerca oggi è diventata facile e da business.

stampa sublimatica su tazza

I procedimenti per mettere in pratica le tecniche di stampa in sublimazione sono diversi, uno dei più noti è la termostampa per sublimazione, una serie di passaggi indiretti idonei per stampare i tessuti sintetici e le fibre di plastica, perfetta anche per il cotone bianco, quel procedimento che di solito si utilizza per le t-shirt e per altri capi di vestiario. In genere si stampa con inchiostro sublimatico su una carta particolare, per poi trasferire il disegno attraverso la termostampa, o meglio con l’utilizzo di una pressa a caldo a temperature alte, consigliata quindi per i tessuti bianchi, in questa pagina trovi esempi delle diverse attrezzature di solito utilizzate per stampare in sublimazione.

Le tecniche di stampa sublimatica si utilizzano solitamente su colori bianchi o comunque chiari, così vuole la tradizione, eppure ormai è possibile realizzare delle stampe su tessuti di cotone o similari in colore scuro, utilizzando appositi inchiostri idonei per i tessuti scuri, capaci di rendere su tessuto un’immagine che durerà nel tempo e resisterà anche ai lavaggi a 50 gradi.

stampa sublimatica su tessuto

Da tempo la stampa a sublimazione è diventato un vero e proprio business, infatti è la tecnica più semplice per personalizzare tantissimi prodotti, con particolar riguardo gli oggetti solidi. Nella stampa digitale con sublimazione si intende la trasformazione degli inchiostri, che entrando in contatto con il calore si modificano diventando una sorta di gas, perfetto per colorare le superfici in poliestere, i materiali pre-trattati, ed il nylon. In questo caso la sublimazione avviene grazie all’ausilio di stampanti a getto d’inchiostro, che utilizzano speciali inchiostri detti sublimatici, e l’apposita carta per sublimazione.

Se la stampa sublimatica a caldo rende differenti tessuti ed indumenti, con un procedimento simile è possibile personalizzare persino la ceramica, come? Dopo aver creato l’immagine con un qualsiasi programma di grafica si utilizza una risoluzione stampa a 300 dpi, su carta idonea e con inchiostro sublimatico. L’immagine creata deve essere sempre più grande rispetto quella reale, e bisogna sempre stampare al contrario, perchè anche questo procedimento prevede l’utilizzo di una pressa preriscaldata, che sarà lo strumento capace di trasferire poi il disegno sull’oggetto in ceramica.

Il processo termico ha una ottima resa e gli oggetti colorati e disegnati tramite la stampa sublimatica piacciono, tantissimi gadget aziendali arrivano da questo processo. Personalizzare una tazza mug, un bicchiere o un mouse, per arrivare alla tshirt o al capellino, passando per l’agenda, è ormai diventata una pratica diffusa e semplice da realizzare, grazie alla stampa sublimatica, un’arte grafica di antico lignaggio, che oggi si modernizza e diventa la migliore alleata per trasferire sugli oggetti solidi tutte le immagini che vogliamo.