Waste Landscape, un metaforico paesaggio artificiale


Waste Landscape una suggestiva installazione nel centro di Parigi ci fa riflettere sul rapporto fra consumismo e tutela dell’ambiente

L’artista francese Elise Morin nel 2011 ha realizzato a Parigi la magnifica installazione Waste Landscape #1 utilizzando più di 60.000 CD legati insieme a formare una sorta di tessuto con cui ricoprire le dune di un metaforico deserto contemporaneo.

L’artista ha immaginato il mondo contemporaneo come un deserto di plastica e per questo motivo ha anche deciso utilizzare i CD, un prodotto simbolo della visione economica del mondo occidentale, un prodotto a obsolescenza programmata, per uso tecnologico o di puro intrattenimento ma anche un prodotto reciclabile.

Le letture possibili del progetto Waste Landscape infatti sono molteplici: dopo un primo moto di stupore per la pura bellezza dell’installazione e della sua superficie riflettente, si passa a una riflessione critica sull’accumulazione di beni materiali ma anche a questioni legate all’ecologia, all’ambiente e alla vita degli oggetti che ci circondano.

waste-landscape

waste-landscape-paris

Lascia il tuo commento