Audrey Kawasaki, l’art nouveau incontra i manga giapponesi

Audrey Kawasaki fra Art Nouveau e Manga

Audrey Kawasaki è una pittrice erotica fortemente influenzata sia dall’Art Nouveau, sia dalla cultura pop dei Manga giapponesi

Audrey Kawasaki è un’artista californiana di origini giapponesi conosciuta per i suoi ritratti di giovani donne sexy e malinconiche. Ha studiato arte per due anni al Pratt Institute di New York prima di lasciare la scuola per contrasti con i suoi insegnanti che le consigliavano di abbandonare il suo stile figurativo per dedicarsi all’arte concettuale, più in voga negli ambienti artistici newyorkesi.
Nata a Los Angeles da genitori giapponesi, Audrey Kawasaki è cresciuta fra gli opposti stimoli della cultura orientale e occidentale, metabolizzando gli aspetti più significativi di entrambe e riversandoli nel suo personale stile pittorico. E’ riuscita a fondere perfettamente l’estetica giapponese e l’arte figurativa europea; come lei stessa ammette, la sua fonte di ispirazione primaria sono i manga e l’Art Nouveau, in particolare i quadri di Gustav Klimt e le illustrazioni di Alphonse Mucha.

Audrey Kawasaki quadri erotici ad olio su tavola di legno

Grandi occhi sognanti ipnotizzano lo spettatore

I suoi dipinti, dalla esplicita valenza erotica, fondono sensualità e innocenza, realismo e immaginazione. Le protagoniste dei suoi quadri, innocenti e sensuali, sono giovani donne perse nei loro pensieri, nell’attesa o nella solitudine. Con un’aria malinconica sembrano esistere in un mondo sognante e magico pieno di mistero e ipnotizzano l’osservatore con il  loro sguardo languido e diretto.

Audrey Kawasaki lavora preferibilmente su pannelli di legno, il suo supporto preferito per la texture calda e naturale del materiale, che l’artista lascia trasparire attraverso gli strati di colore. Questo dona ai suoi quadri una sorta di patina anticata senza tempo che li rende ancora più intensi.
L’artista inizia ogni sua opera disegnando il bozzetto sul pannello di legno, per poi creare il suo dipinto con colori ad olio, attraverso numerosi strati di pittura per rendere più vibranti gli effetti di transizione della luce e le sfumature di colore. Molto interessante il contrasto fra le figure umane, perfettamente dettagliate, e i contorni e gli sfondi realizzati invece con forme geometriche, pattern e colori piatti.

I quadri di Audrey Kawasaki sono stati presentati su numerose pubblicazioni e riviste specializzate (Juxtapose, Hi-Fructose, The Los Angeles Times, NY Arts Magazine, Vogue Australia) ed esposti nelle gallerie d’arte di tutto il mondo. Attualmente l’artista ha creato anche una sua linea di merchandise in cui vende le sue opere sotto forma di stampe o gadget vari.

Audrey Kawasaki "Mizuki" - Colori ad olio, grafite e inchiostro su legno, 2014

Audrey Kawasaki “Mizuki” – Colori ad olio, grafite e inchiostro su legno, 2014

 Audrey Kawasaki "When It Begins" - Colori ad olio, grafite e inchiostro su legno, 2014

Audrey Kawasaki “When It Begins” – Colori ad olio, grafite e inchiostro su legno, 2014

Audrey Kawasaki "Forever Still" - Colori ad olio, grafite e inchiostro su legno, 2013

Audrey Kawasaki “Forever Still” – Colori ad olio, grafite e inchiostro su legno, 2013

Audrey Kawasaki quadri ad olio su tavola di legno

Audrey Kawasaki dipinti ad olio su tavola di legno

Audrey Kawasaki dipinti erotici ad olio su tavola di legno