Libreria Archive di David Garcia per lettori sempre in movimento

libreria archive di david garcia

La sperimentazione è il sale del Design e spesso gli oggetti più belli nascono proprio quando sono il risultato di un’idea totalmente astratta e lontana da ogni funzionalità, come nel caso della libreria Archive

Archive di David Garcia è in realtà una serie di quattro librerie ispirate al rapporto fra l’uomo, lo spazio e i libri. La serie Archive risale a diversi anni fa: è stata presentata nel 2005 alla Royal Danish Art Academy ma è tuttora attuale: nate con l’obiettivo di cancellare il confine fra design e arte, queste quattro librerie concettuali diversissime fra loro, stimolano la mente con la loro forma inusuale e sono quasi più sculture che oggetti d’arredamento.

david garcia libreria archive

La libreria per sua stessa natura è uno degli oggetti di design più affascinanti e si sposa benissimo con la creatività di architetti e designer. Quelle di David Garcia sono diversissime fra loro e quasi assurde:

  • Archive I è una specie di altalena dove a un’estremità si trova uno scaffale pieno di libri e all’altra si trova una sedia per il lettore. Tanto più aumentano i libri (e il peso della cultura), tanto più il lettore si eleva… e non solo metaforicamente!
  • Archive III è una sorta di leggio multiplo, dotato di un meccanismo per cui i libri si chiudono e diventano inaccessibili quando il lettore si avvicina;
  • Archive IV è un cilindro di legno di 3 metri di diametro per 3,5 di altezza al cui interno sono racchiusi centinaia di libri, un meraviglioso mascondiglio in cui il lettore può isolarsi dal mondo esterno.
david-garcia-libreria-archive-II

David Garcia – Libreria Archive I (dietro), libreria Archive II (in primo piano) e libreria Archive III (in fondo a destra)

La più interessante però è la libreria Archive II, esteticamente insuperabile: la forma circolare, già di per sé perfetta, ospita tutti i libri che si possono desiderare. Una sorta di ruota del criceto al cui interno si può passeggiare e che può condurre il lettore in qualsiasi luogo, grazie alle infinite strade che si aprono con la conoscenza. Ma non solo. Pur essendo concepita per il lettore “nomade” che vuole portare i suoi libri sempre con sè, la libreria Archive II consente anche ai più pigri di rilassarsi al suo interno diventando uno spazio intimo dove concentrarsi sul proprio mondo interiore.

Il suo studio di architettura e design MAP Architects si trova a Copenhagen ma l’architetto David Garcia opera in tutto il mondo con progetti sempre molto sperimentali e creativi.

libreria archive david garcia

Lascia il tuo commento