Ana Strumpf copertine di moda in chiave pop


Illustratrice, designer e art director… ma soprattutto creativa a tutto tondo, ecco chi è la brasiliana Ana Strumpf che reinventa le copertine delle riviste di moda in chiave pop

Quante volte ci è capitato di scarabocchiare le copertine di una rivista, disegnando sui visi delle modelle, ciglia lunghissime, occhiali o baffetti? Lo facciamo tutte! Ma Ana Strumpf lo fa con un senso artistico e una creatività fuori dal comune! E basta dare un’occhiata alle sue copertine rivisitate per scoprire un mondo colorato e giocoso, in cui l’algida perfezione patinata delle riviste di moda viene dissacrata per diventare ancora più glamour!

ana strumpf copertine riviste

Le sue coloratissime reinterpretazioni, raccolte nella serie Re.Cover, sono tutte realizzate a mano. Ana disegna direttamente sulle copertine delle riviste e l’idea in un certo senso è nata spontaneamente. Come ha raccontato lei stessa in un’intervista, nel periodo in cui viveva a New York era solita fare lunghe telefonate su Skype e nel frattempo scarabocchiava distrattamente le riviste che aveva sottomano.
Il risultato non era niente male così iniziò a postare queste sue creazioni su Instagram riscuotendo immediatamente un grande successo. Nello stesso periodo un suo amico gallerista di San Paolo la invitò a esporre le sue copertine rivisitate in una mostra e questo consacrò definitivamente la sua idea e il suo talento.

Gli scarabocchi di Ana Strumpf infatti sono tutt’altro che scarabocchi. Fiori, stelle, motivi geometrici, elementi pop coloratissimi ravvivano e danno un nuovo significato alle foto di moda. Il suo stile è pop, romantico e divertente, mescola colori e pattern diversi e non è mai uguale a se stesso perchè Ana cerca continuamente di reinventarsi.

ana strumpf copertine pop

Ana Strumpf ha sempre cercato di seguire la filosofia del riciclo, del riuso, della rivisitazione di oggetti già esistenti.

I genitori possedevano un negozio di tessuti decorativi e la mamma era architetto. Ana da piccola voleva fare la pittrice e perciò è cresciuta respirando un’aria intrisa di arte, moda e design. E già all’inizio della sua carriera come interior designer e proprietaria di un negozio di design era solita usare tessuti vintage per creare borse, cuscini e rivestimenti per mobili. Il concetto è rimasto lo stesso anche per le sue copertine di moda: rivisitare qualcosa che già esiste per dargli una nuova  vita. Rispettare l’esistente e rinnovarlo senza mettersi in competizione con qualcosa che è già bello di suo ma giocare con la pop art per creare qualcosa di completamente diverso.
Ana Strumpf ha uno stile così originale e allegro che piace proprio a tutti e dopo il successo della sua serie Re.Cover ha iniziato a collaborare in modo continuativo con moltissimi brand di design e riviste di moda, da Micasa a Vogue, a Style.com e persino con la Disney!

ana strumpf vanity fair

ana strumpf esquire mandela

ana strumpf id magazine

Lascia il tuo commento