Elbphilharmonie, ad Amburgo la “nave” di cristallo di Herzog & De Meuron

Elbphilharmonie Hamburg New Landmark

La Elbphilharmonie di Herzog & De Meuron, come una nave di cristallo approdata nel porto di Amburgo, è ormai diventata il simbolo della città

Già tre anni fa avevo parlato della Elbphilharmonie, mentre la costruzione del nuovo auditorium era ancora in corso, fra mille polemiche per ritardi vari e per i costi più che decuplicati. Finalmente a 10 anni dall’inizio dei lavori è arrivato il momento dell’inaugurazione, prevista per metà gennaio 2017.
L’ambizioso progetto nel porto di Amburgo porta la firma di Herzog & De Meuron, lo studio svizzero famoso per aver realizzato alcune delle opere di architettura contemporanea più significative al mondo: dalla New Tate Modern, allo stadio di Pechino, fino alla nuova sede della Fondazione Feltrinelli a Milano, appena inaugurata.

Elbphilharmonie di Herzog & De Meuron Amburgo

La Elbphilharmonie si trova in una posizione privilegiata proprio all’imbocco del porto ed è circondata dall’acqua su tre lati. Il nuovo auditorium dalle pareti di vetro è costruito su un magazzino in disuso del vecchio porto, che è stato completamente svuotato, lasciando solo le pareti esterne in mattoni. L’elemento di cristallo si posa come una corona sulla vecchia struttura, giocando sul forte contrasto fra la massiccia base geometrica in mattoni rossi e la leggerezza del vetro, e sembra sorgere direttamente dalla base innalzandosi poi verso il cielo fino a 110 metri, per trasformarsi in una forma libera e irregolare che tanto ricorda la silhouette di un’antica nave con le vele spiegate.

elbphilharmonie hamburg infographics

La Plaza, uno spazio pubblico con vista a 360°

Una una rampa di scale mobili lunga ben 82 metri, detta Tube, attraversa tutto il basamento dell’edificio e costituisce l’entrata principale alla Elbphilharmonie conducendo i visitatori fino al piano di intersezione delle due strutture dove è stato ricavato un ampio spazio pubblico e polifunzionale, chiamato Plaza. La Elbphilharmonie Plaza funge da giunzione tra il vecchio magazzino portuale e la moderna struttura di cristallo che lo sovrasta. Posta a 37 metri dal livello del suolo, è una piazza pubblica aperta a tutti e offre una vista a 360° sul porto e sulla città. Da qui i visitatori potranno accedere alle sale da concerto, ai negozi e all’area ristoro.

Tre sale da concerti, per ogni occasione

Il cuore della Elbphilharmonie è la Grand Hall, la grande sala da concerti, con una capienza di 2.100 posti.
Il palco, per gli artisti o l’orchestra, è situato al centro della sala e tutt’intorno si affacciano le balconate con i posti a sedere. Sospeso al centro, proprio sopra il palco, un enorme elemento circolare ha lo scopo di riflettere il suono per assicurare un’acustica perfetta. La Recital Hall è una sala più intima progettato per musica da camera, recital o concerti jazz, con una configurazione variabile che può ospitare fino a 550 persone. Kaistudios invece è uno spazio-studio, adibito a seminari, workshop o musica sperimentale per soli 150 posti.
Completano il progetto un Hotel a 5 stelle con 244 camere e suite, un ristorante e 45 appartamenti residenziali molto esclusivi, che godranno della spettacolare vista sul fiume Elba e sul porto.

Le pareti vetrate sono suddivise in una griglia di pannelli rettangolari, ciascuno dei quali può essere illuminato individualmente. Alcuni pannelli sono curvi e alcuni apribili, trasformando l’edificio in un gioiello scintillante, sensibile e reattivo al mutare delle condizioni di luce. Le pareti di cristallo, riflettono l’acqua del porto e le nuvole nel cielo mutando costantemente; la forma originalissima della copertura richiama le onde del mare e ricorda le vele di una nave, rimanendo subito impressa. Un elemento teatrale visibile anche a grande distanza, dalla città.
La Elbphilharmonie è una vera opera d’arte e non sarà soltanto il nuovo landmark urbano di Amburgo ma anche un catalizzatore della vita culturale della città e un’opera in grado di attirare migliaia di turisti per ammirarla.
Se siete curiosi di saperne di più, su Google Arts & Culture è possibile vivere un’esperienza immersiva della Elbphilharmonie, con video e immagini interattive a 360°.

elbphilharmonie auditrium amburgo

herzog de meuron elbphilharmonie di amburgo

elbphilharmonie - herzog de meuron - amburgo

amburgo - herzog de meuron - elbphilharmonie

amburgo - elbphilharmonie di herzog de meuron

elbphilharmonie di amburgo di herzog de meuron

ad amburgo la elbphilharmonie di herzog e de meuron

elbphilharmonie copertura

Lascia il tuo commento